Tutte le News

Metodi di calcolo Acqua Calda Sanitaria (ACS) in Cened+2.0

In questa pagina cercheremo di spiegare i metodi di calcolo utilizzati da Cened + 2.0 per valutare i contributi relativi alle perdite per distribuzione nei sistemi impiantistici per l'Acqua Calda Sanitaria - ACS.


La procedura ci calcolo di Cened + 2.0 prevede tre diversi metodi di calcolo:

  1. Il metodo Tabellare
  2. Il metodo Analitico Dettagliato
  3. Il metodo Analitico Semplificato

Il metodo Tabellare può essere utilizzato se per il sistema impiantistico sono verificate contemporaneamente tutte queste condizioni:

  • il calcolo è finalizzato alla certificazione energetica;
  • il sistema impiantistico non è dotato di una rete di ricircolo;
  • nel sistema impiantistico non è presente alcun serbatoio di accumulo;
  • il sistema impiantistico serve un unico subalterno.

Se anche una sola delle condizioni sopra elencate non è soddisfatta, per valutare le perdite di distribuzione del sistema impiantistico sarà necessario utilizzare il metodo di calcolo analitico.
In caso di Certificazione Energetica di edifici esistenti è possibile utilizzare il metodo Analitico Semplificato, che permette di non assegnare la lunghezza delle tubazioni, dato di difficile reperimento in caso
di analisi degli edifici esistenti.

Riferimenti normativi: DGO 6480/2015 Allegato H.

Pag. 139 - Ai soli fini della certificazione energetica e limitatamente al caso di singole unità immobiliari con sistema di generazione dedicato (assenza di anello di ricircolo e di circuito G-S), il calcolo delle perdite del sottosistema di distribuzione può essere fatto forfettariamente.

Pag. 141 - Ai soli fini della certificazione energetica con anello di ricircolo, in assenza di dati più precisi e dettagliati, per il calcolo delle perdite della distribuzione finale all’utenza si può utilizzare un’unica tubazione, con diametro interno medio d int,ave , di lunghezza equivalente, L SL , come definita al paragrafo 7.4.3 (Allegato H) in funzione delle dimensioni caratteristiche dell’edificio.

Pag. 142 - Ai soli fini della certificazione energetica e in assenza di informazioni più dettagliate e specifiche, la perdita termica del circuito di ricircolo del sottosistema di distribuzione può essere calcolata come somma delle perdite dei tratti di rete di lunghezza L V e L S , che appartengono all’anello di ricircolo (si veda Figura 7.4 a pagina 142 Allegato H ), attribuendo alle varie lunghezze dei valori convenzionali in funzione delle dimensioni dell’edificio, oltre che valori convenzionali delle dispersioni specifiche.

Ultime news

Classificazione dei generatori di calore

Classificazione dei Generatori di Calore Come riconoscere i vari tipi di caldaie ? In questa pagina proponiamo un piccolo vademecum sulla classificazione dei Generatori di Calore con alcune definizioni utili...

Regione Lombardia - Dduo n. 3254/2019

Pubblicato il Dduo n. 3254/2019 con il quale vengono aggiornati i criteri per l’accertamento delle infrazioni e l’irrogazione delle sanzioni per errori nella redazione degli attestati di prestazione energetica degli...

Regione Lombardia - F.A.Q. 8.4.M

In data odierna è stata pubblicata la FAQ 8.4.M con la quale viene chiarito se è richiesto al certificatore di entrare in ciascuna unità immobiliare oggetto di APE.

Attestati di Prestazione Energetica

Seleziona la Regione e richiedi ora il tuo preventivo gratuito.

Home | ContattiPrivacy | Cookie | © Certened 2010 / 2018 - Tutti i diritti riservati - Per iscrizioni e comunicazioni commerciali contattare Assomatiko - P.iva 03308490980